Da allora amo solo il digitale [Spiazzo e Analogico]

Diedi una occhiata all’orologio sul cruscotto. Davanti a noi, lo spiazzo della fattoria dove ci incontravamo. Lui però quella sera non venne, e neppure quella dopo. Più avanti ci ritornai spesso il quel posto, e in cuor mio speravo ogni volta di vedere la sua Peugeot 208 sbucare dall’incrocio, e farmi le luci. Ma non lo vidi più.
«Il nostro amore» disse la prima volta indicando il cruscotto, «è come questo orologio analogico: continuo». Ma vaffanculo, va!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...