Così, per tutto il tempo…

Lui aveva incasinato tutto. L’altro era davvero qualcosa di simile al suo destino. Anzi, l’unico suo fottutissimo destino. Il solo mezzo però per gestire appieno la faccenda era quello di perdonare. Già, perdonare. L’altro. Se stesso. Il loro incasinatissimo essere di nuovo assieme. Arrivare fino a qui. A questa unione. Adesso era tutto così maledettamente complicato. Erano dei sopravvissuti. Erano due amanti a una svolta. Forse l’amico era solo l’altra versione di se stesso. Questa era la sensazione reale di quel momento. E rabbrividì nel sentirla. Specchiandosi nelle pupille scure dell’altro si scrollò di dosso quel pensiero raggelante, e seguì finalmente la calda sensazione che si diffondeva adesso al suo posto. Sentiva di amarlo. E questa era l’unica sensazione che gli importava davvero.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...